Come creare la Brand Identity in 5 step

5 spunti per creare la brand identity sul web

Innanzitutto, per costruire una brand identity vincente è palese partire dalla progettazione del marchio (o logo). I due termini non sono assolutamente sinonimi. Vediamo insieme le differenze:

Il logo, o logotipo, rappresenta la scritta (con la scelta del font e del colore, in maiuscolo o minuscolo) che compone il nome dell’attività.

Il pittogramma, o simbolo, è la parte figurativa: un’immagine stilizzata, la rappresentazione di un oggetto o di un segno, una lettera che compone il logo realizzata liberamente.

Il marchio è l’insieme del logo e del pittogramma.

Affinchè la nostra brand identity sia in grado di trasmettere fiducia, sicurezza, affidabilità e i giusti valori agli utenti, è necessario che il marchio debba essere realizzato in modo da essere rappresentativo, utilizzabile, unico e lecito.

Adesso vediamo insieme quali sono i 5 step che ti porteranno alla creazione della tua brand identity.


#1 Acquisire tutte le informazioni dal cliente

Il primo passo importante da compiere per creare una corporate identity vincente è quello di capire, dal cliente, la nascita e la storia del brand. Solo in questo modo saremmo in grado di creare una brand identity in gradi di differenziarsi sul mercato dei consumatori. Quindi, ecco alcune domande da porre al cliente:

  • Quando e come è nato il brand?
  • Da quanto tempo pensava di realizzare il progetto?
  • Quale immagine vuole dare al suo marchio?
  • Quali sono i valori del suo brand?

Con le risposte a tali quesiti, avrai a disposizione un bagaglio di informazioni per cominciare a lavorare sulla realizzazione della brand identity.


#2 Crea un moodboard

Adesso puoi raccogliere ed organizzare le informazioni in modo visivo. Può essere utile creare un moodboard al cui interno inserire immagini che si riferiscono al brand, per evocare dei sentimenti e delle emozioni. Un Moodboard è un collage di immagini che serve ai designer a mostrare in un formato visivo un progetto e i concept ad esso correlati. Oppure puoi creare una lista di aggettivi che ti aiuteranno a definire il brand.


#3 Naming

La scelta del nome da dare al logo non è mai semplice.

Puoi trovarti davanti a due strade: il cliente sa già quale nome dare al proprio brand, oppure, dovrai inventare un nome e realizzare tu stesso il logo che rappresenterà il marchio del cliente. Nel secondo caso, per essere certi di trovare il nome giusto, dovrai effettuare una ricerca per prendere spunto dai concorrenti ed assicurarti che il nome che hai pensato non sia già utilizzato. Non è facile trovare un nome originale, ma questo non è un requisito essenziale. L’importante è evitare nomi banali.


#4 Definizione del target

Adesso hai il logo e conosci gli obiettivi del tuo cliente. È arrivato il momento di definire una strategia per la comunicazione del brand. Quindi, è necessario definire il target.

Per creare la brand identity di un marchio è fondamentale individuare il target di utenti a cui si rivolge. Per farlo, si possono creare delle personas, che sono personaggi inventati che rappresentano dei “clienti” che possono veicolare il brand verso reali potenziali clienti.


#5 Comunicare il brand

Finalmente è arrivato il momento di lanciare il brand. Quindi, bisogna stabilire il percorso, cioè considerare gli strumenti che si ritiene siano idonei per mettere in atto la strategia per espandere e far conoscere il brand.

Gli strumenti di marketing più utilizzati sono:

Per approfondimento si consiglia la lettura dell’articolo —-> Come costruire una strategia di web marketing di successo

Come creare la Brand Identity in 5 step –  Quanto è stato utile questo articolo? 😎

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 voti, media: 5,00 di 5)
Loading...

Come scegliere le immagini del sito web

La scelta delle immagini da inserire nel sito web è molto importante e deve essere effettuata con cura

Oggi, questa pratica non è più sottovalutata. Un tempo i siti web erano costruiti dando la priorità esclusivamente al testo e, solo alla fine, si lasciava spazio alla solita galleria in cui venivano caricate immagini fotografiche che avevano una minima pertinenza con l’argomento della pagina web senza dar conto alla qualità ed al formato. Per non parlare dell’usabilità: la galleria poteva presentare una piccola anteprima che non incentivava l’utente ad ingrandire l’immagine ed a sfogliare tutte le immagini.

Oggi, invece, viene data importanza alle immagini e alla cura del materiale fotografico per il sito web. Certo, a volte le immagini sono considerate ancora un elemento secondario rispetto ad altri, ma, in realtà, sono fondamentali per la costruzione di un sito web. Si pensi ad un e-commerce in cui la scelta delle immagini dei prodotti non può passare in secondo piano. Le immagini possono dire molto sulle caratteristiche ed i vantaggi di un sito web rispetto agli altri. Se si vuole ben figurare sul web, conviene spendere un po’ di tempo in più, e magari anche qualche soldo, per realizzare dell’ottimo materiale fotografico che servirà per presentarsi nel modo migliore agli utenti del web. Tutto ciò è molto importante ai fini della nostra reputazione. Le immagini non dobbiamo considerarle come dei semplici file che abbiamo sul nostro computer, ma dei pilastri su cui costruire la nostra identità su internet.


Lo slider – Come scegliere le immagini del sito web

Il design di molti siti web è caratterizzato da uno slider nella parte superiore e centrale della pagina. Nella maggior parte dei casi questo spazio è occupato da immagini che rappresentano i contenuti principali del sito per far capire al visitatore che si trova nel posto giusto. Lo slider produce un ottimo effetto visivo ed è diventato uno standard comunicativo utilizzato da molti siti internet. È evidente che è necessario scegliere le immagini con cura.

Le immagini presenti nel sito web sono fondamentali per la realizzazione del progetto.

Come scegliere le immagini del sito web Quanto è stato utile questo articolo? 😎

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 voti, media: 5,00 di 5)
Loading...

Come scegliere i colori per il tuo brand

Non solo il pittogramma o la figura rappresentata. Soprattutto i colori ci permettono di riconoscere un brand

I colori, infatti, possono dirci moltissimo sulla natura e la storia del brand. Possono suscitare emozioni e ricordi, e la scelta di un colore, piuttosto che di un altro, può rivelarsi una decisione strategica. I colori influenzano notevolmente il ricordo di un marchio ed influenzano l’idea che ce ne facciamo, attraverso messaggi che ci vengono comunicati rapidamente, creando una prima impressione nella mente del consumatore.

I colori di un brand svolgono alcune funzioni fondamentali, come comunicare l’identità aziendale, distinguere il marchio dagli altri e renderlo riconoscibile al pubblico, aiutare ad associare quel brand a determinati oggetti o servizi, trasmettere emozioni al consumatore ed esprimere la personalità del brand.

La scelta dei colori per il proprio brand non è facile. Ci sono una serie di elementi che possono influenzare questa decisione che, come abbiamo appena detto, possono avere una finalità strategica.

Per scegliere i colori per il tuo brand, bisogna considerare:

  • Il pubblico a cui ci rivolgiamo: quindi alla cultura e alle tradizioni del nostro target di riferimento.
  • L’adeguatezza dei colori con l’identità del brand e i prodotti e / o servizi che rappresenta.
  • La psicologia dei colori

La psicologia dei colori

Ogni colore comunica un messaggio ed esprime sensazioni ed emozioni. Vediamo insieme il significato che trasmettono i principali colori:

#1 Rosso

È il colore della passione e dell’amore, ma anche del sangue e della passione violenta. Rappresenta il fuoco, la gioia, l’eccitazione, il calore. È un colore aggressivo e può significare anche il pericolo e la violenza.


#2 Giallo

Il giallo è il colore che ci ricorda il sole, quindi simboleggia la felicità e l’oro. Esprime una sensazione di espansione essendo ricerca del cambiamento e di liberazione. Tuttavia, al contrario può rappresentare anche la leggerezza, il tradimento, l’azzardo e la malattia.


#3 Arancione

L’arancione è il colore dell’ospitalità ed è molto utilizzato per i siti web anche per il riferimento all’attenzione e all’economia. Per questo motivo è spesso utilizzato per rappresentare i prezzi dei prodotti.


#4 Verde

La natura e il mondo vegetale sono rappresentate dal verde. Indica immaturità, infatti molti frutti della terra sono verdi prima di diventare maturi e di assumere il loro colore naturale. Il verde è un colore rilassante che invita alla calma e alla riflessione. Simboleggia la vita, la natura, le fonti rinnovabili, ma può rappresentare anche elementi negativi come l’acido e il veleno.


#5 Blu

Il blu simboleggia la calma, l’affidabilità, il cielo, l’acqua, la fiducia. Accezioni negative sono la tristezza e la depressione.


#6 Viola

Intelligenza, spiritualità, energia, ma anche crudeltà ed arroganza. È il colore della penitenza.


#7 Rosa

Il rosa rappresenta la femminilità, la gioia e la gioventù. Produce un effetto di rilassamento nel sistema nervoso.


#8 Bianco

È il colore della purezza. Rappresenta l’innocenza, la castità, la semplicità, la santità e la pace. Ma anche freddezza e sterilità.


#9 Marrone

Rappresenta la terra ed il caldo e simboleggia la neutralità.


#10 Nero

È l’oscurità, il male ed esprime sentimenti negativi. Tuttavia rappresenta anche l’eleganza, il lusso, il mistero e la notte. Nella moda è molto apprezzato per la caratteristica di far sembrare le persone più magre.


Come scegliere i colori del tuo brand

Quanto è stato utile questo articolo? 😎

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 voti, media: 5,00 di 5)
Loading...

Come creare un logo vincente

Il logo è l’anima di un’azienda.

Un logo è spesso la prima cosa che i consumatori ricordano di un brand e deve rappresentare i valori e i punti di forza di un’azienda o di un prodotto, con lo scopo di differenziarlo sul mercato dai suoi principali concorrenti.

Come creare un logo vincente non è un’operazione così semplice come potrebbe sembrare. A volte però, il risultato lo è: basta pensare alla semplicità che incarnano alcuni brand famosi: Nike, Adidas, Mastercard, Apple. La mela morsa dell’Apple che è divenuta un simbolo inconfondibile e impresso nella mente di milioni di consumatori di prodotti high tech e non solo.

Tuttavia, dietro la realizzazione di un logo c’è un grande lavoro che richiede l’investimento di tempo e denaro da parte dell’impresa se l’obiettivo è quello di ottenere un logo vincente.


Ecco 4 consigli utili per creare un logo vincente.

#1 Il tuo logo deve essere rappresentativo

Il logo deve rappresentare la tua azienda, deve essere accattivante ed ispirare fiducia ai tuoi clienti.

Per prima cosa devi pensare al nome. Non utilizzare parole molto difficili da ricordare. Pensi di utilizzare un termine inglese per dare al logo un carattere internazionale? Ottima idea, ma dipende dal pubblico che intendi raggiungere.

A volte il committente pensa di avere le idee chiare e di sapere il colore che vuole per il suo logo. Può essere una cosa buona, ma è necessario sapere che il colore di un logo dipende da diversi fattori come il settore di attività e il target di riferimento. Quindi, si consiglia di partire sempre da una base neutra.

Anche la scelta del font richiede molta attenzione ad alcuni fattori appena citati. Utilizzeremo un font lineare piuttosto che graziato perché richiesto in un determinato settore in cui opera l’azienda.

Il logo è l’anima della tua azienda


#2 Logo o marchio?

Spesso sono utilizzati come sinonimi, ma sono in realtà due concetti diversi.

Il logo, o logotipo, rappresenta la scritta (con la scelta del font e del colore, in maiuscolo o minuscolo) che compone il nome dell’attività.

Il pittogramma, o simbolo, è la parte figurativa: un’immagine stilizzata, la rappresentazione di un oggetto o di un segno, una lettera che compone il logo realizzata liberamente.

Il marchio è l’insieme del logo e del pittogramma.

MARCHIO = LOGO + PITTOGRAMMA


#3 Il tuo logo deve essere utilizzabile

Il logo sarà il protagonista della tua comunicazione. Dovrà essere ben visibile sia nei formati grandi che in quelli più piccoli. Non puoi permetterti che il logo non si legga bene se lo stampi su carta o se si sgrana quando lo ingrandisci.

Il logo rappresenta la tua attività e deve necessariamente essere leggibile affinchè l’azienda abbia una connotazione precisa e che trasmette professionalità e serietà.


#4 Il tuo logo deve essere unico e lecito

Il logo deve essere unico e non confondibile con altri già esistenti. Deve necessariamente avere dei caratteri distintivi che distinguano la tua azienda da un’altra. Il tuo logo deve essere lecito, non contrario alla legge, all’ordine pubblico e al buon costume e non trarre in inganno i consumatori. Queste regole generali devono essere rispettate perché sono previste dalla legge.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (11 voti, media: 5,00 di 5)
Loading...

Come realizzare un sito web di successo

Il sito è un elemento essenziale per avere visibilità sul web. Come fare per realizzare un sito internet vincente?

Innanzitutto è necessario avere bene a mente l’obiettivo che vogliamo conseguire con il nostro sito web. Il sito sintetizza la nostra attività: è la vetrina della nostra azienda e dei nostri prodotti e servizi. Capire cosa vogliamo ottenere dal sito è fondamentale per la realizzazione di un sito web di successo, perché gli obiettivi possono essere diversi:

  • Vendere online
  • Presentare i prodotti e i servizi
  • Mostrare un evento
  • Dare assistenza ai clienti

Queste sono solo alcune delle finalità che un sito può avere.

Uno degli errori più comuni è proprio il fatto di non avere ben chiari gli obiettivi. Ciò ci penalizza molto rispetto alla concorrenza.

Quindi, un sito web vincente è costruito assecondando le esigenze del cliente e curando i minimi dettagli. L’impostazione della giusta comunicazione adottando un linguaggio in grado di attirare nuovi utenti e di trattenere quelli che hanno già visitato il sito web. L’esigenza di dare al sito un design responsive affinchè gli utenti possano godere di un’usabilità friendly sia se lo stanno visualizzando da pc che da smartphone e tablet. È importante che l’architettura sia semplice e intuitiva in modo da rendere la navigazione utente un’esperienza positiva.

Alla base deve esserci la pianificazione di una strategia di marketing per la promozione del sito web. Solo verificando il traffico di utenti e valutando la qualità dei lead ottenuti, possiamo stabilire se il sito web è di successo. Ogni attività di marketing deve essere finalizzata tenendo sempre a mente  questo obiettivo.


Internet è stracolmo di siti e di concorrenti che vogliono raggiungere i nostri stessi obiettivi. Come fare perché il nostro sito web abbia successo?

È fondamentale individuare nella strategia di marketing i canali idonei di diffusione. Lavorare con la Seo, ottimizzando il codice HTML e creando contenuti di qualità, può aiutare il nostro sito nell’indicizzazione su Google; per cui il sito sarà visibile nei primi risultati dei motori di ricerca di Google con determinate chiavi di ricerca utilizzate dagli utenti.

Per approfondire l’argomento, leggi Come farsi trovare su Google in 10 passi

Oppure si può ricorrere alla pubblicità online a pagamento che può assicurare ottimi risultati nel breve periodo (in termini di posizionamento nella serp).

Per approfondire l’argomento, leggi Come impostare una campagna AdWords di successo


Perché realizzare un sito web vincente, dobbiamo distinguerci dalla concorrenza.

È giusto studiare e prendere spunto dai concorrenti, ma, se vuoi avere successo, devi distinguerti e non mescolarti. Offri agli utenti prodotti e servizi di qualità mettendo in risalto i vantaggi e la loro esclusività. Aggiorna costantemente il sito curando la grafica e crea una sezione dedicata, ad esempio, al customer care o al post vendita per fidelizzare i clienti.

Pensa come se il sito sia il tuo negozio su strada; quindi, fai in modo che il cliente torni a trovarti non una volta, ma che abbia la necessità di tornare sul tuo sito per tenersi aggiornato sulle novità, sui servizi, per fare nuovi acquisti, etc.

Vuoi davvero realizzare un sito web di successo? Dai quante più informazioni utili sui tuoi prodotti e servizi e maggiore sarà la qualità del tuo prodotto. Crea una call to action perché il cliente possa chiamare al tuo numero verde, chiedere informazioni compilando il form o acquistare direttamente il prodotto desiderato.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (11 voti, media: 4,91 di 5)
Loading...