Amazon Spark: il nuovo Social network che debutta negli Stati Uniti

Amazon Spark è il nuovo social network lanciato dal marketplace americano. Da ieri, negli Stati Uniti, i membri del servizio Prime di Amazon possono postare i propri contenuti e condividerli con la rete. Amazon Spark funziona come Instagram: gli abbonati Prime dispongono di un feed fotografico in cui sono presenti immagini di prodotti pubblicate dagli utenti.

Attualmente Amazon Spark è disponibile soltanto in America, via app, su piattaforma iOS ed è riservato a clienti Prime.

Come funziona Amazon Spark?

Viene chiesto all’utente di indicare i propri interessi (Fitness, abbigliamento, servizi per la casa, etc.). In base alle preferenze, Amazon Spark creerà un feed di immagini di prodotti correlate. Gli utenti avranno un proprio profilo e nella home vedranno delle immagini proprio come su instagram! Quando un prodotto viene messo in vendita su Amazon, comparirà un’icona a forma di shopping bag.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (6 voti, media: 5,00 di 5)
Loading...

10 Consigli per un’impresa di successo

Spesso, presi dallo stress quotidiano del lavoro, siamo catturati e fatti ostaggio dall’idea di avviare una nostra attività.

Poi però mille interrogativi  ci ossessionano la mente e ci fanno tornare indietro sui nostri passi: Cosa faccio? Come posso realizzare la mia idea? Quale budget mi occorre?

Di seguito sono elencati 10 consigli principali per avviare un’impresa di successo.

#1 Cercate l’idea

Liberate la mente da pensieri inutili e dedicatevi ad attività piacevoli: al vostro orto, per esempio; oppure imbiancate la casa. L’idea può venirvi in qualunque momento, quando meno ve lo aspettate.


#2 Informatevi sulla concorrenza

Internet è pieno di informazioni, soprattutto sulle aziende. Date un’occhiata a bilanci e organigrammi, agli strumenti di marketing più utilizzati e alle relazioni che i concorrenti trattengono. Mettetevi nei panni dei clienti.


#3 Preparate un business plan

Deve infondere fiducia in voi stessi e a chiunque lo legga. Stabilite gli obiettivi da raggiungere, nel breve e nel lungo periodo, i costi da sostenere e il volume di affare che stimate di ottenere.


#4 Le tasse

Create un calendario delle tasse da pagare per tutto l’anno. Ci sono pagamenti trimestrali da fare. Meglio non ritardare il pagamento delle tasse o dei contributi che deducete dallo stipendio dei vostri dipendenti.


#5 Mettete in evidenza i benefici del prodotto

Date forza al vostro prodotto. Create un brand che lo identifichi. La scelta dei colori è importante per la creazione del logo. Registrate il marchio alla Camera di Commercio per proteggerlo.


#6 Affidatevi ai migliori consulenti in circolazione

Selezionate i consulenti che possano servire alla vostra causa e scegliete coloro che vi ispirano fiducia. Il commercialista, l’avvocato, il consulente del lavoro, il consulente marketing, etc. La schiera è lunga, scegliete chi ha una sensibilità maggiore ai vostri reali bisogni.


#7 Portatevi sempre i vostri biglietti da visita

Dare i vostri recapiti vi permetterà di coltivare una rete di contatti. Molti di questi non serviranno a nulla, ma alcuni si riveleranno importanti.


#8 Selezionate bene i collaboratori

Curate molto questo aspetto. Organizzate colloqui con l’assistenza di uno psicologo del lavoro e di un consulente esperto in risorse umane. Investite in questo senso per ritrovarvi delle persone di fiducia su cui poter contare.


#9 Investite in formazione, per migliorare il rendimento sul lavoro

Il tempo che i collaboratori utilizzano per la formazione e l’aggiornamento non è sprecato. Anzi, vi permetterà di avere una performance migliore.


#10 Ricominciate da capo

Se per qualche motivo avete venduto l’impresa, ricominciate da capo e mettete in pratica tutto ciò che avete imparato. Riuscirete meglio nel creare la vostra impresa di successo perché avete fatto tesoro dell’esperienza passata.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (6 voti, media: 5,00 di 5)
Loading...

Vuoi realizzare un sito web? Ecco 3 domande che devi porti

Pensi che sia giunto il momento di realizzare un sito web, ma non sai da dove cominciare? Il tuo sito web è stato creato almeno 6 anni fa, lasciato così com’era sulla rete, e adesso vorresti realizzare un restyle? Sei pronto ad affrontare questo investimento?

Tutto corretto, perché un sito web è uno strumento indispensabile per qualsiasi attività. È un mezzo che consente ai tuoi potenziali clienti di farti trovare ed è una vetrina dei tuoi prodotti e servizi per chiunque visiti il sito. Il sito web è un biglietto da visita elettronico per ogni azienda.

Adesso, prima di fare il tuo restyle, o di investire una somma di denaro per la realizzazione, se non possiedi ancora un sito web, devi porti tre domande importanti che ti serviranno in fase di progettazione:

  • #1 Perché voglio realizzare un sito web?
  • #2 Cosa voglio offrire di unico e di vantaggioso al mio target?
  • #3 Sono pronto a mettermi in gioco?

Ora vediamo come rispondere a questi tre quesiti!


#1 Perché voglio realizzare un sito web?

Perché ho bisogno di realizzare un sito web? Quali sono i miei obiettivi di business che intendo raggiungere? Per misurare e valutare in modo efficace un obiettivo, si suggerisce di adottare il metodo SMART. Un obiettivo SMART vuol dire che deve essere:

  • Specific – Specifico
  • Measurable – Misurabile
  • Attainable – Raggiungibile
  • Relevant – Rilevante
  • Time-Based – Temporizzato

Per approfondire l’argomento SMART, si consiglia la lettura di “Come raggiungere i tuoi obiettivi con il metodo SMART”


#2 Cosa voglio offrire di unico e vantaggioso al mio target?

In questo caso, la web agency, a cui affiderai il progetto di realizzare un sito web, saprà consigliarti e indicarti la strada per assecondare le esigenze e le e le soluzioni che i tuoi potenziali clienti cercano. Cosa puoi offrire di unico ai tuoi clienti? Nessuno conosce meglio di te il tuo brand. la vision e la mission aziendale sono i punti di forza che dovrai comunicare al tuo target. Alla base di tutto ciò, c’è la comunicazione e la pianificazione di una strategia di web marketing in grado di far conseguire, alla tua azienda, l’obiettivo prefissato.


#3 Sono pronto a mettermi in gioco?

La presenza sul web è fondamentale per qualsiasi azienda ed è un’attività molto onerosa, e facilmente si può correre il rischio di sprecare denaro se la scelta dell’agenzia di web marketing non ricade su una web agency affidabile. Il web può offrire tanti vantaggi e opportunità, ma è necessario essere disposti a mettersi in gioco prendendosi anche dei rischi. Se riuscirai a mostrarti in modo coerente e trasparente, il tuo sito web riscuoterà sicuramente successo.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (6 voti, media: 5,00 di 5)
Loading...

Come essere felici a lavoro

La maggior parte delle nostre giornate le trascorriamo a lavoro. Lo facciamo, prima di tutto, perché è una necessità: il lavoro ci consente di procurarci quel che ci serve per assecondare i bisogni primari. In secondo luogo, lavorare fa parte, da sempre, della nostra vita. In ogni caso, lavorare non è un termine negativo, anzi, dovrebbe essere sempre un piacere per ogni essere umano. Purtroppo non capita a tutti di trovare il lavoro dei propri sogni. Quindi, come essere felici a lavoro?

Scopriamo alcuni segreti per esserlo ogni giorno.

#1 Alzati almeno un’ora prima al mattino

Prima che abbia inizio la giornata, dedica un po’ di tempo per fare colazione con calma, leggere qualcosa di interessante e, magari, fare un po’ di attività fisica. Iniziare la giornata facendo qualcosa di positivo ti farà sentire meglio e avrai le energie per affrontare una giornata frenetica.

Per fare ciò è fondamentale guadagnare questo tempo la sera. Evita di andare a letto tardi. Se torni da lavoro stanco, non sprecare il tuo tempo sul divano, rischiando di addormentarti tardi e di non avere le forze per alzarti al mattino.


#2 Vestiti nel modo giusto

Il modo in cui ci vestiamo, rispecchia la nostra personalità e lo stato d’animo. Se l’ambiente in cui lavori esige un abbigliamento formale, rispettalo, così trasmetterai soltanto positività ai tuoi colleghi e ciò ti farà sentire sicuramente meglio in generale iniziando la giornata con il piede giusto.


#3 I problemi personali lasciali a casa

È vero, se hai delle preoccupazioni, dei pensieri che assillano la tua mente e riguardano la tua vita privata, è difficile sentirsi felici a lavoro. Tuttavia, è fondamentale tenere fuori dall’ufficio queste difficoltà personali per essere felice a lavoro.

Facendo così, l’ufficio diventerà per te un luogo in cui rifugiarsi dalle preoccupazioni e dai problemi personali.


#4 Arriva in ufficio in anticipo

Nella vita privata e nel lavoro non è mai bello essere in ritardo. Che tu sia un collaboratore o un superiore, non sarai ben visto dai tuoi colleghi se ti presenti in ufficio sempre in ritardo. Arrivando in ufficio con almeno dieci minuti di anticipo inizierai la giornata non in maniera affrettata e con nervosismo e ti farà star bene a lavoro. Se arrivi tardi in ufficio, ti sembrerà di essere indietro per tutta la giornata. Invece, fai finta di dover fare tutto con un quarto d’ora di anticipo: svegliarsi, vestirsi, uscire di casa. Questa tecnica ti aiuterà ad essere sempre in anticipo.


#5 Saluta i colleghi quando arrivi in ufficio

Appena arrivi in ufficio, saluta tutti i colleghi che incontri. Ti aiuterà a creare una sorta di connessione con le persone che vedrai e con cui collaborerai per tutta la giornata. Se arrivi in anticipo avrai il tempo di scambiare due chiacchiere con loro. Se sei perennemente in ritardo, non avrai il tempo di salutare e potresti risultare asociale non avendo il tempo a disposizione per una chiacchierata.

Quanto è stato utile questo articolo? 😎

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (9 voti, media: 4,89 di 5)
Loading...

Come raggiungere i tuoi obiettivi con il metodo SMART

Dietro ogni nostra azione, nella vita privata e nel lavoro, si nasconde un obiettivo. Tutto ciò che facciamo è finalizzato al raggiungimento di un traguardo, che è il senso delle nostre azioni. Il metodo SMART ci suggerisce come misurare e valutare la fattibilità di un determinato obiettivo attraverso cinque criteri.

“Smart” è un termine inglese che è entrato nel nostro linguaggio comune e sta a significare “essere brillanti, svegli, intelligenti, in gamba”.

In questo caso vogliamo indicare l’acronimo inglese composto dalle iniziali di cinque metriche:

  • Specific
  • Measurable
  • Attainable
  • Relevant
  • Time-Based

Metodo Smart

S = Specific (Specifico)

Quando iniziamo a prefigurarci un obiettivo, difficilmente abbiamo le idee chiare su come raggiungerlo. Quindi, il passo successivo sarà quello di specificarlo per individuare la strada giusta da intraprendere.

Per esempio un obiettivo considerato generico potrebbe essere “trovare lavoro”.

Le ipotesi possono essere le più svariate:

  • Perché hai perso il precedente lavoro
  • Perchè hai appena ultimato gli studi
  • Perché vuoi cambiare lavoro

Questi sono solo alcuni dei motivi per cui potresti essere alla ricerca di un lavoro. “Trovare lavoro” non è abbastanza specifico: per questo motivo si sconsiglia di non inviare, per esempio, decine e decine di CV senza adottare una strategia.


M = Measurable (Misurabile)

Un obiettivo può essere scomposto in tanti piccoli obiettivi intermedi. Si usa dire “step by step”, per far intendere che passo dopo passo si può raggiungere la meta desiderata. Misurando gli step intermedi ci renderemo conto se ci stiamo muovendo nella direzione giusta e, soprattutto, se abbiamo centrato il nostro obiettivo finale.


A = Attainable (Raggiungibile)

Non tutti i nostri progetti possono essere realizzabili. Quindi, meglio impostare degli obiettivi realistici in relazione al tempo e alle risorse che si hanno a disposizione, in modo da poter riuscire a controllare le fasi di realizzazione.


R = Relevant (Rilevante)

Secondo il metodo Smart, il nostro obiettivo deve essere rilevante. Hai preso questa decisione perché è rilevante per il raggiungimento del tuo obiettivo? Vale la pensa impiegare delle risorse per svolgere questa attività? Quello che stai facendo è in linea con gli altri elementi che intervengono per raggiungere il tuo obiettivo finale? Questi interrogativi ti servono a capire se il tuo obiettivo è effettivamente rilevante.


T = Time-Based (Temporizzato)

Ogni obiettivo necessità di un periodo di tempo limitato. Un giorno, settimane, mesi o anni. Non importa quanto tempo., l’importante è che sia stabilita una data di fine per dedicare il giusto tempo per l’ottenimento del risultato desiderato. Tuttavia, avere una scadenza è un buon metodo per motivarsi.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (11 voti, media: 5,00 di 5)
Loading...

Perché è importante per un’azienda essere sui social network

Perchè essere sui social network per far crescere la propria azienda

Molte aziende, soprattutto le attività locali, sono diffidenti verso le opportunità di business che i social media possono offrire, rifiutando di affidarsi ad una web agency e rinunciando alla possibilità di acquisire nuovi clienti. In realtà, investire un budget per essere presenti sui social network permette di avere risultati positivi in breve tempo e spendendo meno rispetto ad altri canali di pubblicità.

Spesso, in molte attività locali, il proprietario o un collaboratore, addetto a mansioni specifiche, si “improvvisa” social media manager pubblicando costantemente contenuti senza avere alcun filo logico (magari di scarsa qualità e controproducenti). Poi, la mancanza di risultati, lo spinge ad abbandonare questa attività, rifiutando i social media.

Prima di tutto, è necessario dire che per svolgere l’attività di social media marketing sono richieste competenze e, molto spesso, la collaborazione di un team con figure specializzate in vari comparti del web marketing. Quindi, si consiglia o di inserire nel proprio organico uno specialista nel social media marketing oppure di affidarsi ad una web agency esperta nella comunicazione in grado di offrire una consulenza e di prendere in gestione i social network.

Per essere sui social network in modo efficace è necessario svolgere l’attività di social media marketing in modo costante. Ciò non vuol dire scrivere tanti contenuti ogni giorno e ad ogni ora, ma  piuttosto pubblicare in maniera equilibrata e in relazione agli obiettivi prefissati e stabiliti nel piano marketing.

Seguendo queste regole basilari, la presenza sui social network non sarà più un problema!


Vediamo, adesso, 6 buoni motivi per cui è fondamentale essere sui social network

#1 Aumenta la visibilità dell’azienda

Cresce sempre di più il numero di persone che si iscrivono sui social network, grazie ai servizi che essi offrono agli utenti. Facebook, ad esempio, può contare su più di 1,5 miliardi di iscritti sul pianeta (in Italia quasi 30 milioni). Un’azienda presente su Facebook ha certamente l’opportunità di espandere il proprio business.


#2 Migliora il posizionamento dei siti web

I social favoriscono il posizionamento del sito aziendale sui motori di ricerca perché sono degli ottimi strumenti per veicolare il traffico di utenti verso il sito web.


#3 Crea relazione con gli utenti

Uno dei fini principali dei social media è costruire relazioni tra gli utenti e le aziende, favorendo lo scambio di opinioni e feedback sui prodotti e servizi.


#4 Aumenta le possibilità di business

Essere sui social network da la possibilità di entrare in relazione con migliaia di potenziali clienti. Essi possono essere raggiunti con campagne pubblicitarie mirate, con la possibilità di targettizzare gli utenti in base al sesso, l’età, la zona geografica, gli interessi, etc., aumentando così la probabilità di raggiungere potenziali clienti realmente interessati.


#5 Influenza le decisioni di acquisto

Una pagina social di un’azienda può fornire molte informazioni utili agli utenti che la visitano. Queste informazioni possono influenzare il potenziale cliente a compiere l’ultimo passo: acquistare. L’utente che visita una pagina aziendale può scoprire che essa si trova vicino casa sua, che i clienti sono soddisfatti degli acquisti grazie ai feedback lasciati sulla pagine, etc.


#6 Ascolto degli utenti

La presenza sui social network consente alle aziende di monitorare le conversioni e di sapere cosa pensano gli utenti. Essere sui social permette alle aziende di interagire con i seguaci, di ascoltare le loro opinioni per migliorare i propri servizi e, magari, di fargli cambiare un’eventuale idea negativa sul brand. Il social è anche un ottimo strumento di customer care: gli utenti posso avere subito notizie e chiarimenti sui prodotti e servizi che hanno già acquistato.


Nel mondo social ci sono già molti vostri competitors. Perché permettete alla vostra azienda di perdere queste opportunità?

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (11 voti, media: 5,00 di 5)
Loading...

10 best practices per il Manager di successo

Hai una mentalità da manager? Scopri le best practices del manager di successo.

La vita del manager di azienda non è semplice. I manager svolgono un ruolo cruciale, con tante responsabilità sulle spalle. Devono creare le migliori condizioni affinchè il team possa svolgere le sue funzioni al massimo delle proprie potenzialità.

I manager devono intrattenere i rapporto sia all’interno e che all’esterno dell’azienda e, come dei camaleonti, devono adattarsi all’ambiente circostante per conquistare in fretta la fiducia dei colleghi nel proprio team e coltivare le relazioni esterne.

Quelli che ci riescono sanno cosa significa sacrificarsi per il bene del team e sono in grado di trasformare un problema in opportunità. Coloro sono i manager di successo che fanno carriera e conoscono il sapore della soddisfazione.


Ecco le 10 best practices del manager di successo:

#1 Guarda oltre i confini

Un buon manager deve pensare fuori dal comune; deve pensare al di là di cosa accadrà nello scenario ideale e deve pianificare anche gli imprevisti. Il lavoro, come la vita, è sempre minacciata dagli imprevisti. Solo così i momenti difficili potranno essere trasformati in opportunità.


#2 Fai tante domande

Porsi gli interrogativi può risultare un ottimo modo per affrontare una situazione e analizzarla da diversi punti di vista per scoprire possibili alternative.


#3 Focalizzati sulle priorità

Non perdere d’occhio gli obiettivi e le scadenze. L’organizzazione del team è fondamentale per definire le priorità ed ottenere la massima performance.


#4 Fidati di te stesso

Se senti che un progetto non sia più vincente per qualche ragione, bloccalo prima che sia troppo tardi per reagire. Se dovesse capitare, riunisci il team e sulla base del riscontro prendi una decisione.


#5 Sii paziente

Un famoso motto recita: “la calma è la virtù dei forti!”. Una qualità innata che può essere soltanto affinata.


#6 Crea intesa nel team

Per essere un leader bisogna conquistare la fiducia del proprio team. Per conquistare la fiducia del team bisogna ascoltare. Il manager di successo ascolta, prende nota, porta a termine le cose, si prende la responsabilità di rispondere celermente perché il suo fine è quello di ottenere la maggior efficacia dal suo team.


#7 utilizza un approccio diplomatico

Un buon manager sa fingere perché è sempre consapevole di fare la cosa giusta. Questa abilità gli permette di avere e sfruttare nuove opportunità.


#8 Sii credibile

I migliori manager mantengono sempre la parola data ed hanno la fama di ottenere risultati concreti. I risultati delle loro performance sono lo sponsor che gli permette di avere una carriera di successo. Non hanno paura di mettersi in gioco e sono impegnati finchè non l’hanno vinta.


#9 I problemi sono opportunità

Sono maestri nell’individuare e risolvere i problemi offrendo soluzioni immediate. Sanno affrontare e scomporre un problema per trasformarlo in un’opportunità di business.


#10 Sii un buon comunicatore

Per essere un manager efficace bisogna essere un bravo comunicatore. È necessario che il manager sappia relazionarsi a tutti i livelli dell’azienda; solo in questo modo potrà essere in grado di conquistare la fiducia del proprio team e cercare di ottenere da esso la massima efficienza.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (11 voti, media: 4,91 di 5)
Loading...

Come farsi trovare sul web se hai un’attività locale: Google e Facebook

Per promuovere un’attività locale è fondamentale farsi trovare sul web attraverso Google e Facebook.

Hai un’attività locale, hai realizzato il logo, la brochure, il biglietto da visita e tutta l’immagine aziendale coordinata. Hai realizzato anche un bel sito, con una grafica accattivante e tutte le informazioni utili sulla tua attività (giorni e orari di apertura, sede, etc.).

Bene, ma tutto ciò non basta per farsi trovare sul web. Perché le persone possano trovarti su internet, per sapere quando il tuo negozio è aperto e come raggiungerlo, è necessario fare qualcosa in più.

Fare qualcosa in più significa utilizzare My Business di Google e le pagine dedicate alle attività locali di Facebook.


Google My Business

Farsi trovare su Google è la prima regola. Permettere alle persone di trovare un indirizzo o un numero di telefono sul web è molto vantaggioso alle attività locali. Soprattutto se quelle persone non sono a casa davanti a un pc, ma per strada con il loro smartphone, magari nei pressi del tuo negozio, e hanno deciso in quel momento di recarsi da te per chiederti informazioni, o meglio, acquistare. Ad esempio, se il tuo ristorante è presente su My Business, potresti acquisire nuovi clienti che, trovandosi nei dintorni, hanno deciso di cenare insieme ed, effettuando una ricerca su Google, hanno scoperto che il tuo ristorante è dietro l’angolo.

Google My Business mette in contatto i clienti con i negozianti fornendo il numero di telefono, l’indirizzo e altre informazioni come le recensioni lasciate dai clienti e i giorni e gli orari di apertura. Questi strumenti messi a disposizione da Google sono gratuiti, ma richiedono tempo da dedicarci.

Il profilo My Business appare nei risultati delle ricerche di Google e di Google Maps:

farsi trovare sul web my business
farsi trovare sul web my business

Ecco che tutte le informazioni appena elencate risultano disponibili ai clienti. Inoltre, le planimetrie di Google Maps permettono di mostrare l’interno di un edificio pubblico.

Altra soluzione interessante, ma non gratuita, è Business View che permette di mostrare su Google anche gli interni dei propri locali in un vero “tour virtuale”. Le fotografie vengono scattate da professionisti opportunamente formati e certificati da Google.


Pagina Facebook per l’attività locale

Con Facebook puoi creare una pagine per diverse categorie di prodotti e servizi ed anche per le attività che hanno una posizione fisica (ristoranti, bar, negozi di abbigliamento, etc.). Quando si crea una nuova pagina, Facebook ci propone diverse opzioni; tuttavia è possibile cambiare la tipologia anche in corso d’opera, ma, nel caso di attività locali, bisogna scegliere azienda e organizzazione o imprese locali.

Queste tipologie di pagine permettono di aggiungere la posizione del negozio e di mostrare una cartina. Anche Facebook permette alle persone di poter lasciare una valutazione espressa in stelle (fino a cinque) e di scrivere una recensione.

Ecco come vengono visualizzate le informazioni dell’attività sulla pagina Facebook:

farsi trovare sul web facebook
farsi trovare sul web facebook

Un’attività locale che vuole farsi trovare sul web ha bisogno di utilizzare gli strumenti gratuiti offerti da Google e Facebook. Per ottenere maggiori risultati in termini di visibilità, esistono altri strumenti a pagamento molto efficaci: Google AdWords e Facebook Ads.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (11 voti, media: 4,91 di 5)
Loading...

Come creare un logo vincente

Il logo è l’anima di un’azienda.

Un logo è spesso la prima cosa che i consumatori ricordano di un brand e deve rappresentare i valori e i punti di forza di un’azienda o di un prodotto, con lo scopo di differenziarlo sul mercato dai suoi principali concorrenti.

Come creare un logo vincente non è un’operazione così semplice come potrebbe sembrare. A volte però, il risultato lo è: basta pensare alla semplicità che incarnano alcuni brand famosi: Nike, Adidas, Mastercard, Apple. La mela morsa dell’Apple che è divenuta un simbolo inconfondibile e impresso nella mente di milioni di consumatori di prodotti high tech e non solo.

Tuttavia, dietro la realizzazione di un logo c’è un grande lavoro che richiede l’investimento di tempo e denaro da parte dell’impresa se l’obiettivo è quello di ottenere un logo vincente.


Ecco 4 consigli utili per creare un logo vincente.

#1 Il tuo logo deve essere rappresentativo

Il logo deve rappresentare la tua azienda, deve essere accattivante ed ispirare fiducia ai tuoi clienti.

Per prima cosa devi pensare al nome. Non utilizzare parole molto difficili da ricordare. Pensi di utilizzare un termine inglese per dare al logo un carattere internazionale? Ottima idea, ma dipende dal pubblico che intendi raggiungere.

A volte il committente pensa di avere le idee chiare e di sapere il colore che vuole per il suo logo. Può essere una cosa buona, ma è necessario sapere che il colore di un logo dipende da diversi fattori come il settore di attività e il target di riferimento. Quindi, si consiglia di partire sempre da una base neutra.

Anche la scelta del font richiede molta attenzione ad alcuni fattori appena citati. Utilizzeremo un font lineare piuttosto che graziato perché richiesto in un determinato settore in cui opera l’azienda.

Il logo è l’anima della tua azienda


#2 Logo o marchio?

Spesso sono utilizzati come sinonimi, ma sono in realtà due concetti diversi.

Il logo, o logotipo, rappresenta la scritta (con la scelta del font e del colore, in maiuscolo o minuscolo) che compone il nome dell’attività.

Il pittogramma, o simbolo, è la parte figurativa: un’immagine stilizzata, la rappresentazione di un oggetto o di un segno, una lettera che compone il logo realizzata liberamente.

Il marchio è l’insieme del logo e del pittogramma.

MARCHIO = LOGO + PITTOGRAMMA


#3 Il tuo logo deve essere utilizzabile

Il logo sarà il protagonista della tua comunicazione. Dovrà essere ben visibile sia nei formati grandi che in quelli più piccoli. Non puoi permetterti che il logo non si legga bene se lo stampi su carta o se si sgrana quando lo ingrandisci.

Il logo rappresenta la tua attività e deve necessariamente essere leggibile affinchè l’azienda abbia una connotazione precisa e che trasmette professionalità e serietà.


#4 Il tuo logo deve essere unico e lecito

Il logo deve essere unico e non confondibile con altri già esistenti. Deve necessariamente avere dei caratteri distintivi che distinguano la tua azienda da un’altra. Il tuo logo deve essere lecito, non contrario alla legge, all’ordine pubblico e al buon costume e non trarre in inganno i consumatori. Queste regole generali devono essere rispettate perché sono previste dalla legge.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (11 voti, media: 5,00 di 5)
Loading...

Come realizzare un sito web di successo

Il sito è un elemento essenziale per avere visibilità sul web. Come fare per realizzare un sito internet vincente?

Innanzitutto è necessario avere bene a mente l’obiettivo che vogliamo conseguire con il nostro sito web. Il sito sintetizza la nostra attività: è la vetrina della nostra azienda e dei nostri prodotti e servizi. Capire cosa vogliamo ottenere dal sito è fondamentale per la realizzazione di un sito web di successo, perché gli obiettivi possono essere diversi:

  • Vendere online
  • Presentare i prodotti e i servizi
  • Mostrare un evento
  • Dare assistenza ai clienti

Queste sono solo alcune delle finalità che un sito può avere.

Uno degli errori più comuni è proprio il fatto di non avere ben chiari gli obiettivi. Ciò ci penalizza molto rispetto alla concorrenza.

Quindi, un sito web vincente è costruito assecondando le esigenze del cliente e curando i minimi dettagli. L’impostazione della giusta comunicazione adottando un linguaggio in grado di attirare nuovi utenti e di trattenere quelli che hanno già visitato il sito web. L’esigenza di dare al sito un design responsive affinchè gli utenti possano godere di un’usabilità friendly sia se lo stanno visualizzando da pc che da smartphone e tablet. È importante che l’architettura sia semplice e intuitiva in modo da rendere la navigazione utente un’esperienza positiva.

Alla base deve esserci la pianificazione di una strategia di marketing per la promozione del sito web. Solo verificando il traffico di utenti e valutando la qualità dei lead ottenuti, possiamo stabilire se il sito web è di successo. Ogni attività di marketing deve essere finalizzata tenendo sempre a mente  questo obiettivo.


Internet è stracolmo di siti e di concorrenti che vogliono raggiungere i nostri stessi obiettivi. Come fare perché il nostro sito web abbia successo?

È fondamentale individuare nella strategia di marketing i canali idonei di diffusione. Lavorare con la Seo, ottimizzando il codice HTML e creando contenuti di qualità, può aiutare il nostro sito nell’indicizzazione su Google; per cui il sito sarà visibile nei primi risultati dei motori di ricerca di Google con determinate chiavi di ricerca utilizzate dagli utenti.

Per approfondire l’argomento, leggi Come farsi trovare su Google in 10 passi

Oppure si può ricorrere alla pubblicità online a pagamento che può assicurare ottimi risultati nel breve periodo (in termini di posizionamento nella serp).

Per approfondire l’argomento, leggi Come impostare una campagna AdWords di successo


Perché realizzare un sito web vincente, dobbiamo distinguerci dalla concorrenza.

È giusto studiare e prendere spunto dai concorrenti, ma, se vuoi avere successo, devi distinguerti e non mescolarti. Offri agli utenti prodotti e servizi di qualità mettendo in risalto i vantaggi e la loro esclusività. Aggiorna costantemente il sito curando la grafica e crea una sezione dedicata, ad esempio, al customer care o al post vendita per fidelizzare i clienti.

Pensa come se il sito sia il tuo negozio su strada; quindi, fai in modo che il cliente torni a trovarti non una volta, ma che abbia la necessità di tornare sul tuo sito per tenersi aggiornato sulle novità, sui servizi, per fare nuovi acquisti, etc.

Vuoi davvero realizzare un sito web di successo? Dai quante più informazioni utili sui tuoi prodotti e servizi e maggiore sarà la qualità del tuo prodotto. Crea una call to action perché il cliente possa chiamare al tuo numero verde, chiedere informazioni compilando il form o acquistare direttamente il prodotto desiderato.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (11 voti, media: 4,91 di 5)
Loading...